Il Dolore nocicettivo Trasmissione – Procedura di Segnalazione e di Elaborazione | Dolore Punti di Vista | il Dolore di Punti di Vista

Nocicettivo Ricezione e Trasmissione

il dolore Nocicettivo si verifica come risultato dell’attivazione del sistema nervoso periferico da stimoli nocivi, come l’infiammazione causata da periferiche infortunio o malattia.37Mersky H, Bogduk N. Parte III: Termini dolorosi, un elenco corrente con definizioni e note sull’uso. Task force IASP sulla tassonomia. 2017. p8.

Le quattro fasi della segnalazione e dell’elaborazione del dolore

Le basi neurofisiologiche del dolore possono essere suddivise in quattro fasi: trasduzione, trasmissione, modulazione del dolore e percezione.38consiglio farmaceutico nazionale e Commissione mista per l’accreditamento delle organizzazioni sanitarie. Dolore: comprensione corrente della valutazione, della gestione e dei trattamenti. Reston, VA: Consiglio Farmaceutico nazionale; 2001. p10 In ogni punto del processo, l’intensità e la propagazione dei segnali del dolore possono essere inibiti o facilitati da percorsi neurali. Questa capacità di modulare la segnalazione può spiegare, in parte, per ampie variazioni nella percezione del dolore tra diversi individui che sostengono la stessa lesione.39 Ossipov MH. La percezione e la modulazione endogena del dolore. Scientifica. 2012. p1-2.

Trasduzione

La trasduzione si verifica quando uno stimolo, come pressione, energia termica o irritazione chimica, viene convertito in un segnale nervoso o potenziale d’azione. Ciò si verifica alle estremità delle cellule nervose sensoriali note come nocicettori i cui terminali sono sensibili a questo tipo di attivazione.40consiglio farmaceutico nazionale e Commissione mista per l’accreditamento delle organizzazioni sanitarie. Dolore: comprensione corrente della valutazione, della gestione e dei trattamenti. Reston, VA: Consiglio Farmaceutico nazionale; 2001. p4.

Trasmissione

La trasmissione è il processo di trasferimento delle informazioni sul dolore dalla periferica al sistema nervoso centrale.41CONSIGLIO farmaceutico nazionale e Commissione mista per l’accreditamento delle organizzazioni sanitarie. Dolore: comprensione corrente della valutazione, della gestione e dei trattamenti. Reston, VA: Consiglio Farmaceutico nazionale; 2001. I segnali P6 vengono trasmessi lungo gli assoni dei nocicettori. Fibre nervose sensoriali nocicettive primarie, sinapsi con neuroni del secondo ordine nel corno dorsale del midollo spinale. Da qui, i neuroni proiettano al tronco cerebrale, al talamo e all’ipotalamo, nonché agli archi riflessi per mediare una risposta di evitamento.42Buschmann H et al. Analgesico. Wiley-VCH. 2002. p5

Modulazione

La modulazione del dolore si riferisce alla regolazione verso l’alto o verso il basso dei segnali del dolore in tutto il midollo spinale e il cervello.43Hudspith MJ, Siddall PJ, Munglani R. Fisiologia del dolore. In: Hemming HC, Hopkins PM, eds. Fondamenti di anestesia. 2 ° ed. Londra, Regno Unito: Mosby; 2006. p277 Molti di questi segnali non raggiungono mai la coscienza perché sono smorzati dall’attività modulatoria intrinseca all’interno del sistema nervoso centrale. La teoria del controllo del cancello, avanzata da Melzack e Wall, si concentrava sui percorsi discendenti dal cervello al midollo spinale che inibivano la segnalazione del dolore.44Tobaldini G. Il dolore inibisce il dolore: una via di modulazione del dolore ascendente-discendente che collega i meccanismi mesolimbici e classici discendenti. Neurobiologia molecolare. 2019. p1-2 La visione corrente è che i segnali provenienti dal cervello possono inibire e facilitare la trasmissione del segnale del dolore.45Wall e il libro di testo di Melzack del dolore, 5a edizione. 2006. p130-135.

Percezione

La percezione del dolore è la consapevolezza—tipicamente una consapevolezza scomoda—associata a una specifica area del corpo.47NPC e JCAHO. Dolore: comprensione corrente della valutazione, della gestione e dei trattamenti. 2001. p7. Dipende dalla trasmissione dei segnali del dolore attraverso il talamo alla corteccia e al sistema limbico.46Hudspith MJ, Siddall PJ, Munglani R. Fisiologia del dolore. In: Hemming HC, Hopkins PM, eds. Fondamenti di anestesia. 2 ° ed. Londra, Regno Unito: Mosby; 2006. p281a questo punto nell’elaborazione del dolore, la percezione dell’esperienza del dolore è influenzata da segnali sociali e ambientali, nonché da condizionamenti culturali e da esperienze personali passate.47NPC e JCAHO. Dolore: comprensione corrente della valutazione, della gestione e dei trattamenti. 2001. p7.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *