Sentirsi in colpa per non filo interdentale? Forse non c’è bisogno

Una revisione di 12 studi randomizzati controllati pubblicati nel Cochrane Database of Systematic Reviews nel 2011 ha trovato solo prove “molto inaffidabili” che il filo interdentale potrebbe ridurre la placca dopo uno e tre mesi. I ricercatori non sono riusciti a trovare studi sull’efficacia del filo interdentale combinato con la spazzolatura per la prevenzione della cavità.

“È molto sorprendente che tu abbia due abitudini, il filo interdentale e lo spazzolino da denti senza fluoro, che sono ampiamente creduti per prevenire cavità e perdita dei denti, eppure non abbiamo gli studi clinici randomizzati per dimostrare che sono efficaci”, ha detto il dottor Philippe Hujoel, professore di scienze della salute orale presso l’Università di Washington a Seattle.

Il sito web della American Dental Association dice filo interdentale “è una parte essenziale di prendersi cura dei vostri denti e gengive.”L’anno scorso, il dottor Edmond R. Hewlett, portavoce del gruppo e professore di odontoiatria restaurativa presso l’Università della California, Los Angeles, ha dichiarato: “Siamo fiduciosi che disturbare i batteri nella placca con spazzolatura e filo interdentale sia, in effetti, benefico.”

In realtà, questo è solo la metà dimostrato: spazzolatura con fluoro fa prevenire carie dentale. Che il filo interdentale abbia lo stesso beneficio è un’intuizione che non è mai stata dimostrata.

Se è di consolazione, ci sono alcune prove mediocri che il filo interdentale riduce le gengive sanguinanti e l’infiammazione nota come gengivite. Che Cochrane review ha rilevato che spazzolini regolari e fili interdentali avevano meno sanguinamento delle gengive rispetto alle persone che solo spazzolato, anche se gli autori hanno avvertito che la qualità delle prove era “molto bassa.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *